06 Marzo 2021
news
percorso: Home > news > News Generiche

Al Campomorone il Derby della Lanterna.

11-02-2021 10:40 - News Generiche


SERIE C – Girone A 7 giornata – 7 Febbraio 2021
GENOA - CAMPOMORONE LADY - 0-1
( 0-0 0-1 )
Reti : 79’ Poletto
GENOA
Macera Giuliana Rossi (1’st Buzi) Lucafò Abate (c) Spotorno Campora Licco (87’Favali)
Parodi Crivelli Basso (87’Bertoncini).
A Disp. Carpi Perna Pigati Bernardi Vacchino Marenco. All. M.Oneto
CAMPOMORONE LADY
Denevi Tolomeo (72’De Blasio) Casciani (85’Minopoli) Bettalli Cozzani Nietante (c) Fernandez Fallico Poletto Tortarolo Traverso.
A Disp. Costantini Grasso Cipollone Spiga Giunta Brullo All. M.Pampolini
Arbitro: L.Massari di Torino Assistenti: A.Padula e L.Roman di Novi Ligure.
Note : Tiri in porta 1/5 Tot.Tiri 2/11 Parate 3/0 Angoli 2/3 F.Gioco 0/0 Falli fatti 13/10
Sostituz. 3/2 Ammonizioni 1/2 Espulsioni 0/0 Rec. 0’/3’
Derby o no sono le Lady del Campomorone ad uscire meritatamente vittoriose dal Gambino di Arenzano infliggendo alle avversarie in maglia bianca Grifone, una sconfitta forse più pesante di quanto esprima il punteggio finale.
La formazione di casa, in periodo brillante, cerca il suo quinto successo di fila, il Campo la conferma della sua fase di crescita visto che, il cammino nel campionato l’ha vista alternare finora prestazioni convincenti ad altre non certo esaltanti, soprattutto nelle prime giornate.
E’ indubbio però che entrambe le squadre “sentano ed affrontino” l’impatto gara con non troppa tranquillità e si mostrino più contratte e guardinghe fin dalle prime battute.
I mister hanno preparato il match nei dettagli e le giocatrici in campo si studiano più che per “affondare” quanto per non “offrire il fianco” alle trame opposte, queste strategie sembrano portare ad un annullamento reciproco delle manovre di gioco e ne consegue che la “cronaca”, soprattutto nella prima frazione, vede poche emozioni o spunti degni di nota, anche se è da notare che i pochi sussulti sono tutti a firma delle Biancoblù (oggi in rosso vivo da trasferta), il Genoa, infatti, non produce nessun tiro, non solo nello specchio della porta difesa da Denevi ma nemmeno in prossimità dei suoi pali.
11’ Fallico dai venti metri spara una punizione forte e secca ma non inquadra il bersaglio. Poco dopo la mezz’ora un insidioso cross teso sotto porta di Fernandez vede Tortarolo in ritardo di un soffio; al 40’ la stessa punta suggerisce in area per Poletto che però non sfrutta la buona occasione, calciando letteralmente alle stelle. 42’ punizione spiovente in area rossoblù dove stacca bene Tolomeo ma con palla che finisce fuori alla destra del portiere.
Alla ripresa è ancora la formazione di Pampolini a mettere più pressione e comincia a proporsi in avanti con maggior convinzione ed incisività. Già al 47’ si genera una mischia in area dove il tiro ben indirizzato di Poletto viene ribattuto provvidenzialmente da un difensore.
55’ Campo vicinissimo al gol, la punizione laterale di Fallico è indirizzata sotto l’incrocio ma Macera prima arriva a smanacciare con l’aiuto della traversa e poi, con palla danzante sulla linea, è super a respingere il tap-in a colpo sicuro da un passo di Tolomeo.
57’ Nietante si invola dalla destra e appena dentro i sedici metri spara decisa un diagonale fuori dalla parata del portiere ma che sibila out a pochi centimetri dal palo.
67’ ben manovrata l’azione delle lady che porta ad un insistito attacco in area ma prima Bettalli e subito dopo Traverso, colpendo sporco e blando, “graziano” le avversarie dalla capitolazione che pareva scontata. Al 75’ Tortarolo si destreggia in area e va a concludere verso l’angolo basso ma ancora una volta Macera si oppone bloccando a terra l’insidia.
E’ comunque il preludio al gol che arriva, voluto e meritato, al minuto 79, all’ennesima offensiva in area rossoblù, azione “arrembante” …mischia…ribattuta… e finalmente Poletto trova lo spiraglio giusto per mettere dentro la palla determinante per il vantaggio e decisiva poi per i tre punti.
Al Genoa non resta che la reazione utile a recuperare le sorti di un match quasi compromesso e prova a riversarsi in avanti, arriva così, all’84’ su punizione la prima conclusione diretta verso la porta avversaria ma il tiro è alto; Mister Oneto gioca la carta “cambi” che però produce solo un angolato tiro da fuori che Denevi neutralizza in tuffo senza grandi difficoltà; decisamente più pericolosa al 92’ l’opportunità che si procura Minopoli, (entrata pochi minuti prima per un cambio rivelatosi utile e appropriato a smorzare la pressione nelle ultime battute dell’incontro) presentandosi sola davanti a Macera ma che vede ancora una volta il portiere abile a respingerne il tiro meritandosi alla lunga di essere la migliore tra le proprie fila.
Un minuto dopo, il fischio di Massari dà il via ai festeggiamenti in casa Lady che saranno chiamate domenica prossima all’impegno non certo facile contro l’ostacolo Pinerolo.
In casa Rossoblù, la sconfitta non deve scalfire quanto di buono mostrato fino qui e la difficile trasferta ad Ivrea può già essere un nuovo “trampolino” di lancio.







Fonte: Redazione Campo

Realizzazione siti web www.sitoper.it